Come investire nell’ultimo trimestre 2019 ?

Come investire in questo fine 2019 ?

Ci troviamo nuovamente in una situazione senza precedenti,  l’ultimo ventennio ci ha portato ad affrontare scenari nuovi e territori inesplorati, neanche teoricamente,  dagli studiosi di Economia e Finanza.  Siamo arrivati quasi al 2020 e continuiamo a domandarci come si potrà mai uscire da questa fase economica complessa.

Circa il 70% dei titoli di Stato Europei ma anche la maggior parte delle  obbligazioni societarie offrono rendimenti negativi,  guardando all’ultimo anno in Europa sono fuoriusciti diverse decine di Miliardi di capitali dagli investimenti azionari per andare verso il mercato obbligazionario e non se ne comprende la ragione.

Nonostante questi spostamenti i mercati azionari hanno continuato la loro corsa ed ora vivono una fase di stabilità, i mercati obbligazionari, inondati dagli acquisti,  offrono rendimenti negativi,  ed ancora le persone decidono di allungare le scadenze, alla spasmodica ricerca di un rendimento che non c’è, ignari dei rischi di medio termine che queste scelte rappresentano.

Attenzione ai  rendimenti negativi delle obbligazioni in euro,   a fronte di rischi certi di lungo termine.

Affrontare razionalmente i mercati finanziari di oggi richiede lo sforzo di costruire uno scenario futuro economico per la nostra Economia, occorre quindi confrontarsi  con un Professionista Consulente Finanziario (iscritto all’Albo CF) valutando il proprio patrimonio finanziario ed i flussi di capitale, individuare gli obiettivi da perseguire, ripartire il patrimonio ed i flussi in funzione degli obiettivi su orizzonti temporali, il più possibile determinati, poiché il tempo è il miglior alleato dell’investitore e del rendimento.

Sono del parere che investire su strumenti d’investimento a basso rischio e con rendimenti negativi non ha alcun significato,  manca infatti la componente principale dell’investimento che è il rendimento.

Azzerata  la posizione su obbligazioni euro ad alto rating resta da valutare quali sono i segmenti d’investimento che offrono una combinazione di rendimento e rischio ottimale, e come comporre questo patrimonio ?

Ci sono una serie di cambiamenti che rappresentano grandi opportunità d’investimento, ne faccio un breve elenco non esaustivo :

1 -in campo obbligazionario un consulente attento può aiutarci ad individuare una serie di obbligazioni che offrono un rendimento positivo e che sono emessi da Stati e Azienda solide e con buone prospettive.   Ci si può avvicinare anche a obbligazioni emesse da aziende con minore affidabilità, quando il rendimento atteso sia molto alto ed il portafoglio molto diversificato.      Occorre poi comporre il patrimonio tra le varie valute per poter posizionare il proprio portafoglio sui Paesi che tendenzialmente hanno un potenziale di rialzo rispetto all’Area Euro ma che ovviamente sono soggette a un rischio valutario non trascurabile …… ma il rendimento è li, quindi per ottenere un guadagno rappresentano oggi le uniche alternative all’investitore obbligazionario.

2-in campo azionario, sopra tutti, spiccano le azioni ad alto dividendo.  In tutto il Mondo molte aziende quotate hanno un  dividendo azionario molto più alto del rendimento offerto dalle obbligazioni da loro stessi emesso.  Occorre tuttavia ridurre al massimo e quasi eliminare il Rischio Specifico, cioè evitare di concentrare il proprio capitale in pochi titoli o in un singolo settore, per questo un buon consulente finanziario vi aiuterà a comporre il patrimonio e monitorare gli strumenti nel tempo.  Non si può pensare che tale attività possa essere svolta autonomamente senza avvalersi di un Professionista Consulente Finanziario, correlazioni tra titoli, settori ed andamenti dei mercati, mutano nel tempo,   richiedono periodiche revisioni del portafoglio per trasformare crisi, inevitabili e certe, in opportunità di guadagno.

Il costo da sopportare per delle scelte sbagliate, fatte in autonomia o su suggerimento di un incompetente, è di gran lunga maggiore, addirittura un multiplo, del costo che necessario a remunerare il vostro Consulente Finanziario (scegliereste mai un infermiere per curare una epatite?  o un tassista per pilotare un aereo ?)

3 -Individuare gli scenari economici futuri, quali sono i settori di grande sviluppo?   quali sono gli strumenti diversificati per approfittare di queste grandi tendenze?  L’evoluzione è quotidiana, il lancio di nuovi strumenti è continuo e non tutti gli attori del mercato riescono ad ottenere quanto promettono.  Robotica, ecologia, sostenibilità e responsabilità sociale,  crescita demografica, salute, sono solo alcuni dei settori che è possibile individuare come estremamente produttivi di risultati nel medio lungo termine ma richiedono un approccio attento ed attenzione  costante.  Questo è Il modo migliore per poter mantenere il potere d’acquisto ed incrementarlo nei prossimi anni, specie se il tuo obiettivo è creare un capitale per la  per un progetto di lungo termine o per una rendita in età avanzata.

 

Nel campo degli investimenti c’è tanta approssimazione ed altrettanta scarsa conoscenza.  E’ rimessa a te risparmiatore/investitore la scelta di un interlocutore per i tuoi investimenti, spesso cambiando le abitudini di una vita o quelle tramandate dai tuoi genitori o nonni.

Il tuo interlocutore non è più nella tua Filiale Tradizionale, non è mai stato in una Agenzia di Assicurazioni, non è mai stato in un Ufficio Postale,  in questi posti incontri solo persone, magari anche preparate, ma  interessate a venderti il  prodotto finanziario aziendale in collocamento, non interessate ai tuoi obiettivi e men che meno interessate a ricercare gli strumenti d’investimento a più basso costo per te (poiché devi sapere che ci sono strumenti che non vale la pena acquistare se i costi superano il rendimento atteso dell’investimento – insomma  puoi solo perdere e la Banca guadagna sempre – non c’è motivo per seguire i loro consigli).

In questi posti il personale ha un numero limitato di strumenti per i quali ricevono input di vendita, e sulla loro capacità di vendita possono ricevere un avanzamento di carriera  o il mantenimento del loro livello di reddito certo.    Un consulente finanziario Professionista, ha come obiettivo quello di ascoltarti,   far rendere nel tempo il tuo patrimonio, spiegarti dettagliatamente quale sia il rendimento atteso degli investimenti ed i costi diretti ed indiretti da sopportare.  E’ obbligato a proporti portafogli d’investimento compatibili con il tuo profilo di rischio/rendimento e monitorarli nel tempo per farti raggiungere il risultato sperato.

Se il consulente finanziario perde un cliente, perde un flusso di reddito, se mantiene un cliente ed incrementa il tuo capitale investito anche il flusso di reddito del Consulente aumenta, quindi ha un interesse a far rendere il tuo capitale.

Il massimo si ottiene quando il cliente è cosi contento del servizio di  consulenza prestato da presentarti altri clienti, questo è lo scopo con il quale io lavoro alacremente tutti i giorni per consigliare al meglio la clientela. Lavorare per il cliente perché si senta appagato da quanto riceve in termini di consulenza finanziaria, tecnica, fiscale, successoria, d’impresa.

Questo approccio alla problematica dell’investimento si chiama “visione Olistica”, comprendere di cosa hai bisogno, come Genitore, Single,  Imprenditore, Professionista, Dirigente, Padre o figlio,   etc ..  avendo maturato anche competenze fiscali, legali e successorie che rendono le scelte d’investimento non solo frutto di competenze tecniche finanziarie, ma risultato di una visione d’insieme di tutte le tue caratteristiche socio economiche.

Luciano Amato