Consulenza fee only

Consulenza fee only

trasparenzaL’avversione verso le Banche tradizionali affonda le sue radici su un problema annoso e non ancora risolto:

IL CONFLITTO DI INTERESSE

Sovente molti clienti lamentano la non corrispondenza del Prodotto Finanziario acquistato alla propria situazione finanziaria e propensione al rischio, segnalando una scarsa  o nulla redditività se non addirittura perdite permanenti di capitale.

Ciò dipende da tre fattori tra loro correlati:

1) I Dipendenti delle Banche sono vincolati a rigidi budget di vendita dei prodotti in collocamento.  Dal raggiungimento  degli obiettivi di vendita dipende spesso il loro futuro professionale e reddituale.  Ciò pone il dipendente Bancario dinnanzi a una scelta contraria agli interessi del cliente.

2) Il sistema Bancario ed assicurativo tende a creare prodotti ad elevata redditività per la Banca/Assicurazione.  Questa maggiore redditività significa MAGGIORI COSTI E MINORI GUADAGNI per il Cliente. L’obiettivo del sistema non è quello di generare profitti per il cliente ma generarli per la Banca.

3) Fattori patologici del sistema Bancario  sono la causa dei danni causati alla clientela dai fallimenti di Cirio Parmalat o Argentina …..

Una prima ricetta base per avere maggiore qualità è quella di ELIMINARE I CONFLITTI DI INTERESSE !!

Il legislatore Europeo  con la normativa MIFID  si è posto l’obiettivo di generare un sistema nel quale si possa eliminare il guadagno da collocamento della Banca .

Nel nuovo sistema progettato,  essendo indifferente consigliare un prodotto o un altro, il  ritorno economico è generato da un nuovo tipo di introito: la commissione di consulenza.

Nasce così con la MIFID  (una direttiva comunitaria)  un nuovo SERVIZIO di INVESTIMENTO denominato:  SERVIZIO DI CONSULENZA FINANZIARIA.

Con il servizio di Consulenza FEE ONLY il cliente si dichiara disponibile a pagare una somma periodica (che rappresenta il guadagno della Banca e del Consulente) a fronte della quale la Banca e il Consulente si impegnano a offrire un servizio di CONSULENZA SENZA CONFLITTI DI INTERESSE,  RESTITUENDO AL CLIENTE OGNI EMOLUMENTO CHE VIENE EVENTUALMENTE INCASSATO dalla vendita dei prodotti finanziari.

conflitto Cade in questo modo il problema del conflitto d’interesse, la Banca si impegna ad effettuare, direttamente e tramite il Consulente Finanziario, un MONITORAGGIO QUOTIDIANO  della posizione e segnalare tutte le eventuali anomalie di portafoglio o di prodotto che si dovessero realizzare. Una volta risolto il conflitto d’interesse i risultati degli investimenti dipenderanno unicamente dalle scelte del consulente e dalle scelte di rischio/rendimento/tempo  del cliente.

Infatti la selezione degli strumenti se deve tener conto dell’analisi di mercato contingente, non può che partire dai “desiderata” del cliente, in termini di tempo, obiettivi di rendimento e, di conseguenza, tolleranza al rischio.

Leggi anche SERVIZIO DI DIAGNOSI ESTESA